Audire ©

Negoziazione

Negoziazione 

Esigenza di ascolto e comportamenti devianti, la negoziazione come risolutrice alle situazioni di crisi



Come è noto, l'essere umano è quello che, in natura, necessita di cure parentali per sopravvivere per un maggior lasso di tempo.

Le cure parentali sono le cure dei genitori che servono per crescere la prole.

Crescendo, questa esigenza primaria non cambia: per sopravvivere abbiamo bisogno di amore, ascolto, attenzione. Al contrario, la sua assenza spinge a comportamenti spesso disfunzionali per riceverne. 

Mediazione
Attualmente, la nostra società sembra trovare come unica soluzione alla violenza, una reazione basata anche essa sulla violenta: le occasioni di cambiare vita sono poche, e nelle società attuali è molto difficile inserirsi se si sono commessi errori, quindi chi delinque fa parte di un mondo basato sulla violenza, e non ne conosce un altro.

Interrompere questo circuito è necessario in prospettiva, agendo su due lati reinserimento per coloro che vogliano buttarsi alle spalle la violenza (scontando la propria pena) e colpire con durezza, senza sconti e con certezza della pena tutti gli altri.

L'elemento con cui provare a spezzare questo circuito di paura, violenza e odio è l'ascolto: dare un senso alla sofferenza dell'altro senza che essa debba cercare strade devianti per farsi udire.

Negoziazione-servizio La costituzione carceri, se pur necessaria, non fa che cacciare il problema dalla porta perché esso, per così dire, rientri dalla finestra, occorre agire in anticipo. Stesso discorso di ascolto ha importanza nella fase rieducativa, riabilitativa dove se pianificato bene con procedure diminuisce sensibilmente il numero delle recidive come è dimostrato dalle nazioni del Nord Europa.

Servizio di negoziazione

In fase di gestione delle situazioni di crisi, a volte conseguenza di una violenza, occorre procedere alla negoziazione secondo schemi definiti, calando l'ascolto in un contesto operativo, dove occorre essere pragmatici ed avere intuito. In alcuni contesti particolari si riscontra l'affidamento del servizio a figure professionali che non sono adeguate per forma mentis.

Negoziare significa comprendere il contesto, gli obiettivi nostri e dell'altro e cercare una soluzione.
Il metodo da me utilizzato è AdM2O A/I, dove il puzzle trova il pezzo mancante in un tempo ragionevole. Per ragioni ovvie o meno, non intendo spiegarlo. Mi limito a riassumere che occorre ascoltare le esigenze della controparte, mantenendo equilibrio, rimanendo focalizzati, e trovare soluzioni, dove il fattore tempo è decisivo.

dott. Giacomo Gallo