Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2017

Bullismo e disaggio sociale

FOLLIA ADOLESCENZIALE=STRABISMO ADULTO Bullismo come forma di disaggio sociale indotto dagli adulti Ragazzi per niente adulti che s’improvvisano guerrieri senza Dio, a fattaccio sopr-avvenuto, nella consueta dis-abitudine a consegnare contenuto e sostanza alle parole, il mondo adulto rincara la dose, come se la sola punizione fosse sufficiente a prevenire il danno. La pietà è divenuta un bene introvabile
FOLLIA ADOLESCENZIALE=STRABISMO ADULTO

Audire - Irisform

Portale web alla difesa dei più deboli - IrisForm“La violenza non è forza ma debolezza né mai può essere creatrice di cosa alcuna, ma soltanto di distruggerla”Benedetto Croce


Audire nasce da Violenza abuso sos progetto dell'ente no profit Irisform.

Il progetto si sintetizza sul valore della mediazione e sull'ascolto dell'altro come strumento di non violenza, in linea con la nostra  tradizione filosofica greca di civiltà.

Ha anche come obiettivo informare e progettare azioni concrete contro la violenza ed interrogarsi da dove nasce e perché.

Il portale ha come scopo fondamentale l'informazione sul concetto di violenza e vuole operare in sinergia con enti istituzionali per la difesa dei più deboli bambini e le donne tenendo conto delle ultime tecnologie (gli ultimi sviluppi del web) a disposizione.

Cruciale è anche la violenza sugli animali che è un anello fondamentale per i bambini ed i ragazzi
BAMBINI COLPEVOLI DI ESSERE INNOCENTI Bambini e roghi: umanità derelitta e sconfitta
Un rogo, fiamme alte, nel silenzio di chi è costretto all’angolo, d’improvviso  le grida, la via di fuga, chi vive potrà ancora piangere, chi invece muore rimane dannato e oppresso dai chiodi delle parole, dei giudizi, delle condanne scagliate a priori. Tre corpicini annientati, disintegrati, polverizzati più della cenere, bambini neppure incerottati, bambini trucidati.

Qualcuno dice che sono soltanto chiacchiere quando si afferma senza se e senza ma, che donne, vecchi, e bambini non si toccano mai, perché a suo dire si tratta della dicitura di qualche sottocultura non meglio identificata. Come qualcuno ben più lungimirante di me, ha ben scandito alla nazione: un omicidio è sempre un omicidio, ma quando di mezzo ci sono bimbi innocenti, allora si tratta di qualcosa ben al di sotto di qualsiasi comprensione umana. Le azioni di morte come queste che dovrebbero incendiare le coscienze pressoché dormienti…

LA SOCIETA’ MORDI E FUGGI

LA SOCIETA’ MORDI E FUGGI LA SOCIETA’ MORDI E FUGGI: i falsi miti di oggi con i nostri ragazzi sempre più fragili
Da qualche tempo l’impressione è che alla realtà che viviamo sovrapponiamo la trama di un film, che però non è mai stato girato, dunque si tratta di sequenze prodotte dalla nostra disabitudine a vedere le cose per quello che sono.

Nella scuola l’eroe da imitare non è quel ragazzo silenzioso dell’ultimo banco, quello che scrive come il mio autore preferito, piuttosto è quell’altro, che mette sotto il più debole con l’aiuto degli altri, con metodo da lager o da gulag

Il gruppo è in marcia, batte i piedi, è diventato assai più importante della famiglia, è famelico nel ricercare gli obiettivi, nell’individuare e spezzare la fragilità del coetaneo di turno.

Non è così semplice omologare una violenza, errata e inaccettabile, ma addirittura svestita di una qualunque “utilità”, quindi riottosa a qualsivoglia ridefinizione sociale.

Sulla criminalità di piccolo cabotaggio, delle gran…

13 GIUGNO 1984

13 GIUGNO 1984 L’UOMO E LA SUA AUTOREVOLEZZA
Il 13 giugno: il dono profondo della misericordia e della compassione - Cardinale Carlo Maria Martini
Stavo chiudendo l’ufficio per fare ritorno a casa, quando l’occhio s’è imbattuto sul calendario appeso alla parete, la data odierna un impatto inaspettato, improvviso, mi ha catapultato nell’era del ferro e del fuoco, epoche cretacee, jurassiche, risvegliandomi ricordi che credevo sepolti ormai perduti nel tempo. Il 13 giugno di tanti anni fa, del 1984, secoli esplosi e implosi letteralmente, scomparsi, una sorta di caduta all’indietro, dove la memoria storica è letteralmente andata in frantumi. Eppure il tempo non dovrebbe consentire sbandate e rinculi, il tempo dovrebbe essere sempre quel grande e indiscusso riferimento perché autorevole, quel dottore efficiente ed efficace, quel pedagogo mai stanco di intuire e creare nuove opportunità, quell’educatore infaticabile di ognuno e di ciascuno.


13 giugno del 1984, disperso nei meandri de…

Aprire Sportello Antiviolenza

Aprire Sportello Antiviolenza nel tuo Comune
Il progetto Sos Violenza Abuso prevede anche l'apertura di centri, sportelli antiviolenza nei vari comuni.

 Il tipo di assistenza può anche essere gestito on line e telefonicamente, da personale esperto o anche fisicamente presso il comune...

Aprire Sportello Antiviolenza